FOCUS Incontro
Le comunità in cui lavoriamo formano le nostre identità, i nostri scopi e il nostro senso di appartenenza. Dovremmo impegnarci nel creare un luogo di lavoro più umano, non solo per amore verso noi stessi/per il nostro bene ma anche per le ambizioni e le speranze degli altri. Rendere il mondo un posto migliore, che si tratti di prodotti, di servizi, di strategia o di aiuto dipende dal terreno fertile in cui le idee possono essere coltivate e in cui il contributo di ciascuno conta e gli viene dato valore.
Questa è la sfida della leadership.

Se guardiamo indietro alla storia recente, vediamo due prospettive che più hanno ispirato le nostre idee sulla leadership: quella economica focalizzata sulla produttività, e quella psicologica focalizzata sulla motivazione.
Nel libro "What philosophy can teach you about being a better leader" pubblicato in Inghilterra lo scorso ottobre, David Lewis propone una terza prospettiva, quella filosofica, che domanda "Cosa va bene? Cosa è giusto fare?".
Peter Drucker affermò che "il management è fare in modo corretto; la leadership è fare ciò che è giusto" - "Essere manager significa fare in modo corretto; essere leader significa fare ciò che è giusto".
Decidere cosa è giusto è una questione filosofica. Applicando la filosofia alla sfida della leadership nel mondo di oggi ci consente di scoprire quali sono le cose giuste.
QUANDO
  giovedì 20 febbraio 2020
  Dalle ore 17:00 alle ore 19:00 CET
DOVE
20124 - Milano (MI), Italia
Relatori

David Lewis
Director, Senior Executive Programme (SEP)
London Business School

Director of Senior Executive Programme (SEP) and a number of London Business School programmes for non–executive directors, senior executives, strategy professionals and operational managers. He is an innovative researcher in the challenge of strategy execution and has published his research and empirical findings in the Harvard Business Review and the London Business School Review.
David is currently advising the board of a European bank, the wealth management division of a global bank, the executive board of an African Telco company, the HR leadership of a major multinational pharmaceutical company and an Internet start-up company in the Netherlands. David specialises in strategy execution and leadership development.
He has over 25 year-experience in academia, consulting and business, working with clients in different sectors across Europe, the USA, the Middle East, China and India.

Michele Parisatto
Managing Partner
KPMG Advisory

Laureato in Economia e Commercio all'Università Ca' Foscari di Venezia, è Dottore Commercialista e Revisore Contabile. Da oltre 10 anni, in qualità di Managing Partner, coordina le attività di KPMG Advisory, che conta circa 2.000 professionisti in Italia. Nel corso della sua attività professionale si è occupato di strategia, financial advisory e progetti di business transformation legati all'innovazione. Profondo conoscitore del sistema industriale e finanziario italiano, è tra gli ideatori di alcuni progetti di ricerca e comunicazione di KPMG, tra cui "Italy Works" e "The Frame", iniziative focalizzate sui temi della competitività e dell’innovazione manageriale.

Stefano Venturi
Presidente e Amministratore Delegato
Hewlett Packard Enterprise Italia
Vice Presidente
Hewlett Packard Enterprise Inc.

Stefano Venturi è Presidente e Amministratore Delegato Hewlett Packard Enterprise Italia e Vice Presidente Hewlett Packard Enterprise Inc. In questa posizione, che ricopre da Dicembre 2011, Venturi ha la responsabilità di guidare le attività dell’azienda e di indirizzarne la crescita nel mercato italiano. Formatosi in Olivetti dal 1979 al 1984, Venturi è rientrato in HewlettPackard come Amministratore Delegato dopo essere cresciuto all’interno dell’azienda dal 1984 al 1991. In seguito, Venturi ha ricoperto il ruolo di Country Manager di Wyse Technology Italy, Managing Director EMEA South in Sun Microsystems, Amministratore Delegato di Cisco in Italia per 13 anni e, sempre in Cisco, di Vice President Europe per il Public per i successivi 2 anni. Per due mandati, da luglio 2014, Venturi è stato Presidente della American Chamber of Commerce in Italy, prestigioso incarico di rappresentanza istituzionale, ed è ora membro del suo CDA. Oggi, in Assolombarda, Venturi ricopre il ruolo di Vice Presidente con deleghe ad Attrazione Investimenti, Competitività Territoriale, Infrastrutture per la Logistica e Trasporti e Startup. Venturi è altresì membro del Consiglio Generale, Consigliere Incaricato e membro del Consiglio di Presidenza di Confindustria Digitale, con l’incarico di Presidente dello Steering Committee “Cultura e Competenze Digitali”. Venturi è anche membro dell'Advisory Board Investitori Esteri di Confindustria, del CDA di CEFRIEL, del Consiglio Generale di AnitecAssinform e del Board di ISPI, in qualità di consigliere.

Elena Zambon
Presidente
Zambon S.p.A.

Elena Zambon è Presidente di Zambon SpA oltre a essere Presidente della Fondazione Zoé – Zambon Open Education. È nel Consiglio di Amministrazione di UniCredit, di Ferrari S.p.A e di IIT- Istituto Italiano di Tecnologia; è Vice Presidente di FBN, il network internazionale del Family Business, ed è stata Presidente di AIdAF- Italian Family Business fino a maggio 2019. È inoltre Vicepresidente di Aspen Institute Italia, fa parte dell’Advisory Board della School of Management del Politecnico di Milano e del Campaign Board dell’Università Bocconi, ed è Board Member del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio. Dopo la laurea in Economia Aziendale all’Università Bocconi, è entrata in Citibank. Nel 1994 ha fondato il Family Office della famiglia Zambon che nel 2000 si è trasformato in Multi Family Office, dando vita a Secofind, di cui è tuttora Presidente Onorario. Elena Zambon è Cavaliere del Lavoro, Accademico Olimpico, e ha ricevuto i premi “Imprenditore Olivettiano”, “Marisa Belisario”, il “Premio Masi” e il “Premio Leonardo”.
Webinar

La sostenibilità oltre i bla bla bla

Webinar, 16 dicembre 2021

"Si prega di non confondere il dire con il fare ed il fare con il risolvere". Questa massima dovrebbe essere presente sulle scrivanie di tutti i CEO...
Leggi di +