You must enable Javascript on your browser for the site to work optimally and display sections completely.

Lo scenario economico per le imprese

L' Italia sta progressivamente riaprendo e la campagna vaccinale procede con sempre maggiore rapidità. Purtroppo però il lockdown lascerà un segno indelebile nell'economia italiana: le aziende non sono entità pensate per rimanere chiuse anche per pochi giorni. Solitamente quando interrompono l'attività è perché chiudono e non si rimettono più in attività in quanto i costi si accumulano e i fatturati si azzerano. Spesso anche la liquidità è critica perché se i clienti non pagano si creano situazioni incerte anche in business sani. Molte imprese quindi si troveranno nei prossimi mesi a fare i conti con un pesante stock di debito e con situazioni patologiche nei pagamenti.

Quali sono le previsioni per la ripartenza? Quanti danni permanenti avrà fatto la pandemia? Chi riuscirà a recuperare, chi riuscirà addirittura a beneficiare di questa situazione?

Inoltre se da un lato la globalizzazione ha definito la velocità di diffusione del virus a livello mondiale, dall'altro lo stesso virus ha messo profondamente in crisi la stessa globalizzazione.

Che mercati internazionali troveranno le aziende dopo la pandemia? La vecchia globalizzazione è superata? Prenderà piede la cosiddetta economia regionalizzata?